Se l’Oltrepò può essere chiamato la patria della bonarda (intesa ovviamente come derivata da croatina e uva rara) Rovescala può esserne considerata la capitale. Arroccato sulle colline e circondato interamente da vigneti, questo borgo vive di vino e dà la vita al simbolo dell’enologia oltrepadana.
A Rovescala la famiglia Rossi da oltre 80 anni produce vini con un ottimo rapporto qualità prezzo, che esprimono assai bene il vigore e la tenacia di una gente che nei secoli ha reso l’Oltrepò una terra dedicata a Bacco.
L’Azienda è a conduzione rigorosamente famigliare, l’attenzione all’ambiente (agricoltura integrata e inerbimento dei vigneti già da 15 anni) unita ad una cura attenta e quasi affettuosa delle vigne e delle pratiche di cantina fanno si che la famiglia Rossi riesca ad offrire vini di buona o ottima qualità a prezzi sempre estremamente interessanti.
L’attenzione dell’Azienda non è però centrata totalmente sul loro prodotto bandiera, la bonarda ovviamente, in tutte le sue forme e interpretazioni, ma è rivolta anche ad altri vitigni e vini che, in Oltrepò, offrono piacevolissime sorprese al consumatore attento e curioso. In particolare, il pinot nero vinificato in rosso di Franco Rossi, così come quello di molti piccoli e grandi produttori di queste colline, ci ricorda che il pinot nero in Italia non è solo Alto Adige.
SCOPRI I PRODOTTI
 
TERMINI E CONDIZIONI DEL FORNITORE TERZO